Campagne su Amazon

Perché Amazon?
Amazon è il marketplace pù grande del mondo, forte di una presenza sul web ormai oltre decennale e un marketing aggressivo (anche su TV, Stampa e Radio) che ne ha consolidato negli anni la fetta di mercato e lo ha posto, di fatto, in una posizione assai prossima al monopolio delle vendite online, scalzando progressivamente Ebay e gli ecommerce più piccoli.
Le proiezioni di mercato per gli Stati Uniti, prevedono un market share del 50% di TUTTE le transazioni fatte attraverso ecommerce entro il 2021 (immagine 01.png e fonte qui: https://www.statista.com/statistics/788109/amazon-retail-market-share-usa/ )
La corsa ad Amazon, da parte dei seller di tutto il mondo, è iniziata ormai da tempo: nonostante commissioni alte e -in caso si aderisse a Prime per i venditori- la necessità di dare al colosso americano un gran numero di articoli di fatto in conto vendita, il numero di venditori che si appoggia al marketplace cresce esponenzialmente di mese in mese. Come accadde in passato con Ebay, molti titolari di ecommerce stanno dismettendo i loro siti preferendo Amazon come canale di vendita principale.
Non è dato sapere se Amazon rappresenti il futuro dell’ecommerce; è innegabile, tuttavia, che ogni produttore o venditore che intende fare affari su internet dovrà farci i conti prima o poi. Al momento l’adesione non è obbligatoria per poter vivere di commercio elettronico, ma le cose potrebbero cambiare in futuro. Anche in Italia.
Aderire ad Amazon quindi è attualmente il “big deal”?
E’ sicuramente un canale di vendita in costante ascesa come fatturato e numero di utenti, attirati dalla vasta scelta, dalle ottime condizioni di vendita e nella maggior parte dei casi, spedizioni velocissime e gratuite. E per un venditore, la vetrina su Amazon, può rappresentare la svolta.
Ma non è così facile, purtroppo.
L’ingresso in Amazon come venditore è pressoché immediato. Ma appena si parte con la pubblicazione dei propri articoli ci si scontra con la dura realtà:
1. Elevata concorrenza in qualsiasi categoria merceologica
2. Fattori del posizionamento su Amazon difficili da assolvere
3. Scarse vendite e scarsi feedback iniziali che non aiutano ad emergere
Amazon e l’algoritmo A9
Esattamente come un motore di ricerca (es: Google) Amazon funziona in automatico, con algoritmi proprietari, per dare più o meno visibilità ai prodotti a seguito di ricerche e navigazioni dell’utente. L’algoritmo attuale di Amazon è definito A9 ed è, sinteticamente, volto ad assicurare ad Amazon (sì, ad Amazon, non ai venditori) maggior visibilità possibile ai prodotti più venduti, con le migliori recensioni, con i migliori feedback.
Il funzionamento di A9 crea, tecnicamente, una fortissima barriera di ingresso per i nuovi venditori, che faticano e non poco a ritagliarsi la visibilità di cui necessitano per guadagnare.
La maggior parte dei nuovi venditori cessa di seguire la propria vetrina Amazon entro i primi 3 mesi di attività. 
Comprensibile, certo, ma perdendo un’ottima opportunità di guadagno.
La soluzione?
Impossibile (o quasi) barare, su Amazon. Acquistare recensioni finte, ottimizzare gli articoli in modo “SEO-Oriented”, non serve a nulla. Nella migliore delle ipotesi non porterà a nulla (A9 non valuta gli articoli in base alla rilevanza testuale, ma alla vendibilità), nella peggiore al ban dell’account.
Semplicemente, bisogna —soprattutto all’inizio— approcciare la propria vetrina Amazon come se fosse un canale indipendente da Amazon.
a. Non sperare nel traffico interno di Amazon. All’inizio ne riceverai tra il pochissimo e lo zero.
b. Promuovi la tua vetrina Amazon al di FUORI di Amazon, come se fosse un sito web a se stante.
c. Punta traffico di qualità (qualità = che converte, che compra) verso la tua vetrina Amazon
Il trick è innescare un circolo virtuoso tale per cui più vendite farai, più Amazon porrà in rilievo, naturalmente, i tuoi prodotti.
Il servizio:
IlTuoDominioQui ha studiato un pacchetto di servizi sia per i nuovi venditori di Amazon, sia per i venditori che già fanno vetrine avviate sulla piattaforma ma che vogliono migliorare drasticamente visibilità e fatturato.
  • Studio della vetrina (descrizioni, contenuti testuali, organizzazione articoli)
  • Studio delle schede prodotto
  • Promozione della vetrina Amazon al di fuori di Amazon
  • Creazione VIDEO
  • Promozione su Facebook (con o senza video)
  • SEO esterna mirata a portare traffico alla vetrina Amazon